PRODUTTORI ARTIGIANALI





    PAOLO GENNARI

    Gennari

    La storia del Caseificio inizia nel 1953, quando Sergio e Maria rilevano a Collecchio il Caseificio di Villa Paveri. Allora si producevano tre forme al giorno, fino ad arrivare a dodici forme nel 1974 nella nuova ed attuale sede di Collecchio. Nel 1991, il Caseificio viene ampliato e ristrutturato tecnologicamente con varie novità del settore e si cominciano a produrre circa quaranta forme giornaliere. Oggi nel Caseificio lavorano anche i quattro figli di Sergio e Maria, con un magazzino di circa 35.000 forme, oltre a una moderna azienda agricola per la produzione del latte. Ad arricchire storia e tradizione, nel 2003 nasce il nuovo punto vendita di Parma proprio nel centro storico della città, e nel 2005 una salumeria nel centro di Collecchio.

    www.caseificiogennari.it

    Ravioli integrali con ripieno al parmigiano e glassati al cioccolato e radicchio tardivo
    Degustazione cioccolato + parmigiano

    LEONARDO LELLI

    Leonardo Lelli

    Leonardo Lelli, fondatore della società e torrefattore orgogliosamente artigiano, è assaggiatore professionista e conoscitore esperto di caffè gourmet, che seleziona direttamente in piantagione. Con un’esperienza di oltre 20 anni maturata nel settore del caffè, Lelli esegue personalmente la tostatura, nel rispetto della tradizione artigianale italiana: ad aria calda e medio-leggera, calibrando i tempi di cottura a seconda della qualità di caffè e producendo su richiesta del cliente. Grazie a un’accurata selezione delle materie prime provenienti dalle migliori piantagioni di tutto il mondo e da raccolti effettuati esclusivamente a mano, “I Caffè di Leonardo Lelli” offrono un percorso di degustazione unico spaziando dalle specie Arabica o Robusta, in purezza o in miscela, fino ad arrivare a speciali selezioni disponibili in edizione limitata.

    www.caffelelli.com

    Tartellette al cioccolato fondente e pecan
    Cioccolato di Modica al caffè Sul De Minas Pergamino

    DARIO LOISON

    Dario Loison

    Dario Loison è a capo dell’azienda, che è nata artigiana e che vuole restare fedele alle sue origini anche quando si muove sul mercato internazionale: “tradizione e innovazione”, “sostanza e creatività”, “radici ed evoluzione” sono i principi che guidano il lavoro di ogni giorno. Tutto ciò si traduce nella costante ricerca di ingredienti d’eccellenza e nella messa a punto di ricette e procedimenti in costante divenire, come s’addice a un’azienda di spirito artigiano. Ma non solo, perché il compito dell’imprenditore è anche quello di cogliere le tendenze di mercato frequentando le mostre internazionali e di stringere alleanze strategiche, come quella sempre generosa di risultati con Slow Food segnale di esclusivi e rari ingredienti.

    www.loison.com

    Cupole al cioccolato con mousse di ricotta
    Panettone Lo Scuro ‘casalingo’ con cioccolato di Modica, uva sultana e fichi dottati di Calabria

    MASSIMO MANCINI

    Massimo Mancini

    L’Azienda Agricola Mancini produce pasta con il grano duro seminato e raccolto nei propri campi. L’importanza riposta nella materia prima, il rispetto per l’ambiente, la combinazione di innovazione e tradizione, rendono la Pasta Mancini un prodotto speciale. Con il nuovo pastificio, che fonda le sue radici nelle colline di Monte San Pietrangeli, Massimo Mancini ha definito un processo di lavorazione che esalta e conserva tutte le caratteristiche del grano duro. La coltivazione della terra segue fedelmente le regole della buona pratica agricola dove colture miglioratrici ridanno ai campi quanto tolto dal grano duro: per essere eccellente, esso deve prendersi il meglio. Le trafile in bronzo, i telai in legno, lavorano lentamente all’interno di uno spazio pensato e costruito per produrre una pasta consistente, saporita, piacevole e nutriente. Per la prima volta, il grano duro cresce vicino al suo pastificio.

    www.pastamancini.it

    Cacio e pepe
    Barretta di cioccolato con la pasta Mancini

    DINO MASSIGNANI

    Dino Massignani

    L’autentico riso Carnaroli Riserva San Massimo viene prodotto in Lomellina in un suggestivo ecosistema di biodiversità, uno straordinario paesaggio caratterizzato da una vasta superficie boschiva naturale, solcata da rogge, lanche e paludi, alternato a piccoli campi agricoli dove il riso cresce irrigato da acqua sorgiva; i campi sono contornati da 80 chilometri lineari di alberi da frutto biologici, dove la natura contribuisce in simbiosi con l’azienda alla produzione di un cereale sano ed unico, “Il Riso”. Il riso della Riserva San Massimo oltre a essere un prodotto sanissimo, ha un gusto inimitabile, e in cucina è una garanzia grazie alla tenuta di cottura unica che lo contraddistingue.

    www.riservasanmassimo.net

    Risolatte con crema al limone e cioccolato
    Barretta con cioccolato, riso Carnaroli soffiato, zenzero e scorze di agrumi

    TEO MUSSO

    Teo Musso

    Matterino “Teo” Musso nasce in Piemonte il 5 marzo 1964. Uomo dalla personalità poliedrica e dalle grandi doti comunicative, è considerato il rappresentante più significativo di un nuovo modo di intendere la birra, rigorosamente artigianale e preferibilmente da abbinare al cibo. “Baladin” è l’etichetta con cui porta in giro per il mondo la sua birra, ma è anche il nome di un progetto più ampio, composto da attività ed eventi che si occupano del gusto e della cura con cui sceglie tutto ciò che lo circonda. Il suo legame con il territorio, e con il suo paese, è molto forte e cerca di trasferirlo a tutte le sue produzioni, utilizzando materie prime coltivate a Piozzo, convinto del fatto che “birra è terra”. Foto by Tino Gerbaldo.

    www.baladin.it

    Eroschoc
    Degustazione cioccolato + birra

    ARIANNA OCCHIPINTI

    Arianna Occhipinti

    Arianna Occhipinti, dopo aver completato gli studi di Viticoltura ed Enologia presso l’Università degli Studi di Milano, nel 2004 decide di vinificare le uve nero d’avola e frappato di un ettaro di vigneto in c.da Fossa di Lupo nel cuore della denominazione del Cerasuolo di Vittoria. Fin dall’inizio il suo approccio alla viticoltura è di grande rispetto per la natura e il per il suo territorio; per questo sceglie sin da subito di condurre i vigneti e l’intera azienda secondo i principi dell’agricoltura biologica il cui ente certificatore è la QC&I international.Oggi i suoi vini vengono definiti “vini di territorio”. Lei stessa scrive: “Amo le uve di questa terra, il Frappato e il Nero d’avola, mi ritrovo nella loro espressione, nel loro essere armonici e disuguali. Forse longevi, adoro la loro forza di sapersi portare dentro un passato e un futuro allo stesso tempo”.

    www.agricolaocchipinti.it

    Torta cioccolato al peperoncino e Siccagno nero d’Avola
    Degustazione cioccolato + vino

    SIMONE PADOAN

    Simone padoan

    Il percorso professionale di Simone Padoan, classe 1971, prende il via nel 1994 in quel di San Bonifacio, a pochi chilometri da Verona, nello stesso luogo, ma in veste rinnovata, dove ha oggi sede la Pizzeria I Tigli. L’offerta è semplice e tradizionale: la classica pizzeria di paese con qualche rielaborazione originale in carta. Nel 1999 la svolta, che coincide con una crisi di Padoan che, improvvisamente, decide di mettere in discussione il suo lavoro alla ricerca di una nuova identità. Vuole approfondire, indagare e imparare. E lo fa anche grazie all’aiuto di amici, chef e panettieri che lo conducono, passando diverse nottate insonni, alla scoperta della materia prima di estrema qualità, delle tecniche di cottura migliori e della panificazione da lievito madre. Simone fin da ragazzino avrebbe voluto intraprendere la carriera in ambito culinario, ma il destino non gliel’ha permesso ed è questa ricerca, questa svolta, che lo conduce a trovare un punto di incontro tra le sue due grandi passioni: la pizza tradizionale e il piatto per gourmand.

    www.pizzeriaitigli.it/

    Giovinezza